IMG 2895

 

Il CTG "El Vissinel" è un'associazione affiliata al Centro Turistico Giovanile, composta di persone, giovani e meno giovani, preparate a presentare l'ambiente e i monumenti del Baldo-Garda. Le conoscenze e capacità necessarie sono acquisite e continuamente perfezionate attraverso continui corsi di formazione tenuti dai maggiori esperti sugli aspetti storici, artistici ed ambientali del territorio.Il servizio di animazione culturale ambientale, offerto dal gruppo, prevede un calendario comune di visite periodiche, anche in lingua straniera che riguardano i principali ambienti e monumenti della zona, talvolta con l'apertura straordinaria di chiesette, ville, monumenti che normalmente rimangono chiusi al pubblico. Il gruppo "El Vissinel", altresì, propone serate di informazione e sensibilizzazione su particolari tematiche.                                         

Se desideri altre informazioni o per visite sul territorio per gruppi di adulti o scolaresche, o semplicemente se hai domande o proposte contattaci inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Guarda il video per i nostri 15 anni di attività.


cortelline

 

 

Il nostro gruppo, insieme ad altre quattro associazioni del territorio, ha ricevuto in concessione  dal comune di Caprino V.se la casara della malga "Colonei di Pesina”. La struttura, situata sul monte Baldo a 1366 metri, è un importante punto di riferimento per escursioni nei dintorni alla scoperta delle bellezze dell’ambiente montano riservate a gruppi scolastici e non solo.

 

11149447 443622769130486 8403662552099096475 n

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle nostre iniziative, per condividere commenti, foto, ecc...seguici anche su Facebook. Cerca "CTG El Vissinel" ed entra a far parte del gruppo...ti aspettiamo!! 

Facebook create

 

 

 

 

 

 

tel

La sede dell'associazione è situata presso il Telegrafo Ottico di Pastrengo. L'edificio venne costruita nel 1865 sulla sommità del colle di S. Martino (263m. s.m.) per mettere in comunicazione la piazzaforte austriaca di Pastrengo con le altre fortificazioni del Quadrilatero. La struttura esagonale, con un diametro di circa 12 m ed un altezza di 8,5 m, si articola su due piani. I sistemi di comunicazione diurno e notturno erano tra loro distinti. Di giorno si ricorreva al cosiddetto sistema “a lampo di colore”. Sulla superficie esterna dell’edificio, interamente intonacata di bianco, venivano fissati ad appositi ganci, ancora oggi visibili, dei pannelli in legno mobili. Tali strutture erano di colore scuro da un lato e di colore identico a quello del muro dall’altro.  A sportello alzato era visibile, sul muro il lato scuro dello sportello, a sportello abbassato esso era indistinguibile. Era così possibile ottenere le seguenti combinazioni basate sull’alfabeto Morse:

- uno sportello alzato: punto
- due sportelli alzati : linea
- sportelli abbassati : pausa

Un telegrafista sistemato all’interno dell’edificio azionava gli sportelli con manovelle e funi. Di notte la comunicazione, per brevi e medie distanze (sino a qualche chilometro),si effettuava invece dal piano superiore con segnali luminosi prodotti da lampade a petrolio. Tali apparecchiature venivano posizionate in corrispondenza delle ventidue aperture circolari che sono orientate verso le diverse stazioni riceventi.  Era perciò possibile trasmettere, basandosi sempre sul sistema Morse, il punto scoprendo la luce di una sola lampada e la linea scoprendole entrambe.

All'interno del Telegrafo Ottico la nostra l'associazione ha realizzato nel 2009 un museo finalizzato alla conoscenza della struttura, degli avvenimenti della gloriosa Carica dei Carabinieri del 1848 e delle quattro fortificazioni asburgiche di Pastrengo.

Per visite: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 347.9881377 o 338.6110020

Indicazioni per raggiungere il Telegrafo Ottico:https://goo.gl/maps/UmXqMkQghzw